L’emorragia durante la gravidanza

Una emorragia durante la gravidanza può spaventare, ma può anche essere una cosa normale. E’ comunque bene consultare il medico.

Durante il primo trimestre, molte donne hanno delle piccole perdite e questo è considerato un fenomeno normale, non è una vera emorragia e di solito avviene nel periodo in cui dovrebbe comparire il ciclo mestruale.

Fate comunque attenzione! Mentre siete incinta il vostro corpo è concentrato sul bambino che deve crescere e sul fatto che le mestruazioni non devono comparire. Una piccola perdita in concomitanza con il ciclo è accettabile e non è una minaccia alla salute del bambino. Qualora le perdite persistano è bene consultare subito il proprio medico.

Una donna su quattro donne può sperimentare perdite o piccolo emorragie durante il primo trimestre. Questo perché l’utero può sanguinare durante l’impianto dell’ovulo. Quando l’ovulo si assesta nell’utero può causare piccole lesioni tali da  causare piccolo emorragie che  non dovrebbero durare per più di 3 o 4 giorni. Se il sanguinamento persiste è importante consultare subito il medico!

Durante la gravidanza la cervice cambia costantemente per ospitare il bambino e così il corpo potrebbe inviare del sangue alla cervice che poi può anche fuoriuscire sotto forma di perdite. Anche i rapporti sessuali possono causare delle piccole emorragie.

Questi casi sono normali e non significa che il bambino è in pericolo, ma se il disturbo persiste o si manifesta in modo abbondante allora sicuramente qualcosa non va ed è bene contattare subito il medico per avere l’aiuto necessario.

Se siete a rischio di aborto spontaneo, che di solito avviene entro le prime dodici settimane, è bene  osservare con attenzione eventuali perdite o emorragie. L’aborto spontaneo è di solito accompagnato da crampi e febbre. Il vostro dottore vi aiuterà a capire le condizioni del bambino con un esame pelvico. In caso di gravidanza extrauterina l’emorragia può essere fatale non solo al bambino, ma anche alla madre. In questo caso l’emorragia può anche essere interna e dolorosa. E’ importante recarsi subito in ospedale.

In certi casi l’emorragia può manifestarsi anche nel secondo o terzo trimestre. Se avvertite anche crampi o contrazioni potrebbe esserci un rischio di aborto o parto prematuro ed è bene consultare il medico. Se le perdite si manifestano verso la fine della gravidanza non sono di solito rischiose. A volte possono essere causate da una infiammazione della cervice ed una medicazione dovrebbe risolvere il problema.  Alcune infiammazioni alla cervice a seguito di rapporti sessuali possono causare sanguinamenti, comunque facilmente risolvibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *